Fasce rigide

La fascia rigida è una striscia di tessuto che, chi porta, lega attorno a se stesso e al proprio bambino. È utilizzabile dalla nascita fino al termine del percorso del portare, che per ognuno è soggettivo. L’abbraccio di una fascia aiuta davvero tantissimo in molti campi: valido alleato contro le famigerate colichette, aiuta ad occuparsi degli altri membri della famiglia senza trascurare il nuovo arrivato. E' un modo per abbracciare anche se stessi in un momento in cui ci si sente fragili (quando si diventa genitori è frequente), crea un legame di fiducia e comprensione molto profondo e aiuta il nuovo nato ad entrare nel mondo in maniera graduale, dolce e rispettosa… oltre a tutto questo non dimentichiamo le MANI LIBERE!

 

La lunghezza, il materiale, la grammatura e le legature sono tutte variabili da decidere sulla base della diade portatore-portato. 

 

Pro: utilizzabile dalla nascita per tutto il percorso del portare; disponibili varie legature e varie posizioni da 

utilizzare a seconda delle esigenze di chi porta e di chi viene portato; disponibile in molti materiali e taglie; con alcune legature è possibile allattare in fascia. 

Contro: rigida all’inizio, deve essere ammorbidita con lavaggi ed uso prima di diventare davvero confortevole (non valido per tutte); per bimbi che mantengono la posizione raccolta dopo la nascita non è utilizzabile nell’immediato; essendo rigida necessita di maggior attenzione da parte di chi la utilizza in quanto bisogna sempre creare e mantenere durante la legatura lo spazio giusto per accogliere il bambino.

 

*Ogni bambino è un mondo a sè, non segue tabelle di marcia né orologi, le competenze ed i traguardi raggiunti sono differenti e quindi ogni “età” che ho segnalato nei paragrafi descrittivi è da verificare con Consulenti del Portare© che valutano di persona le competenze del bambino.

Didymos - Hoppediz - Lenny Lamb - Kokadi - Baby Monkey - Babylonia